La replica alle accuse di razzismo …….

Riportiamo l’articolo apparso su quotidiani online.

Vallecrosia. Allo “Sclavi” a Taggia oggi pomeriggio è andato in scena uno spiacevole quanto deplorevole episodio di razzismo. I ragazzi della juniores del Don Bosco Vallecrosia Intemelia sono stati aggrediti verbalmente dagli avversari alla fine della partita.

I biancorossi, che hanno perso 2-1, sono stati insultati e umiliati con cori razzisti dai ragazzi dell’Atletico Argentina. «E’ inaccettabile un simile comportamento – dichiara il direttore sportivo Simone Giovinazzo – I ragazzi sono stati insultati con parole forti e cori. Urlavano “terroni di merda” e “negri”. E’ gravissimo e inaccettabile che sui nostri campi qualcuno possa essere insultato e offeso per il colore della sua pelle. E’ un grave episodio di intolleranza razziale. Episodi simili fanno male al calcio e soprattutto ai ragazzi. Prenderemo provvedimenti a riguardo e denunceremo il fatto».”

comunicato ufficiale

In merito alle gravi denunce, apprese con grande stupore, da parte di un dirigente del Don Bosco Vallecrosia ci teniamo a precisare che: non solo sono state fatte accuse false nei confronti dei nostri giocatori ma è stato dato spazio ad un dirigente che durante tutta la partita ha insultato i nostri giocatori, l’arbitro ed il nostro tecnico di continuo; la dimostrazione è chiara e palese nel referto arbitrale: l’allenatore del Don Bosco è stato prima ammonito e poi espulso x frasi irriguardose verso l’arbitro e sul campo un giocatore del Don Bosco è stato espulso x fallo di reazione a gioco fermo. Prendiamo quindi le distanze da accuse e comportamenti razzisti che non ci appartengono, visto che abbiamo all’interno del nostro gruppo molti ragazzi di diverse etnie e provenienza perfettamente integrati e, a differenza di altre persone incontrate ieri, molto educati e rispettosi. È stata una partita giocata in un campo pesante da entrambe le squadre con grande vigore ma con correttezza; alcuni giocatori del Don Bosco cercavano addirittura di prendere le distanze dall’atteggiamento dei tesserati in panchina, mostrando un evidente imbarazzo; perdere dà sempre fastidio ma fare accuse così gravi e false e dare spazio a persone che non dovrebbero far parte di società di calcio, soprattutto giovanili, è una sconfitta x il nostro calcio.

La Società indagherà sui fatti….

 

Author: protoma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *